Corso di qualifica per Mediatore Interculturale 2018 Teramo


Corso di qualifica professionale di 450 ore riconosciuto dalla Regione Abruzzo di Mediatore Interculturale il quale svolge attività di front-office in modo strutturato e continuativo in servizi erogati principalmente a cittadini immigrati da organizzazioni del terzo settore o da enti pubblici ovvero in modo occasionale e su richieste di intervento specifico, in convenzione con enti del privato sociale, negli ambiti specifici di intervento.

Opera in diversi ambiti di intervento:

  • socio sanitario (ufficio stranieri delle ASL, reparti ospedalieri, pronto soccorso, consultori, uffici territoriali della ASL, servizi sociali, comunità presenti sul territorio);
  • servizi di cittadinanza (uffici comunali quali uffici anagrafe, sindacati, questure etc.);
  • scolastico educativo (istituzioni scolastiche e formative di ogni ordine e grado, Università, centri socio-educativi per minori, comunità per minori);
  • giudiziario civile e penale (tribunali, istituti di pena);
  • servizi per l'impiego - formazione e lavoro (enti di formazione professionale, centri per l'impiego, job center).

  • PINETO (TE) Centro Studi Sociali - Via Tagliamento snc - PINETO (TE)
  • Costo

Le competenze principali in uscita dal percorso formativo del mediatore culturale possono essere così sintetizzate:

  • assicura e permette una corretta comunicazione e una reciproca comprensione tra operatori dei servizi (servizio sociale, personale medico, insegnanti, ecc.) e utenti stranieri;
  • si occupa dell'accoglienza dell'utente straniero;
  • orienta l'utente straniero e lo informa sugli altri servizi esistenti sul territorio;
  • accompagna l'utente straniero presso altri servizi del territorio;
  • si occupa della traduzione di documenti e materiali informativi;
  • collabora alla redazione di materiale informativo, curandone gli aspetti di specificità culturale delle etnie minoritarie;
  • effettua un'attività di interpretariato culturale (fornisce consulenza sui presupposti culturali e gli stereotipi delle due culture);
  • chiarisce all'utente straniero i ruoli e le competenze relativamente al personale operante nella struttura/servizio;
  • dà suggerimenti al servizio per la programmazione delle proprie attività in base alle specifiche esigenze dell'utenza straniera.

Riconoscimenti

Il Corso di qualifica per Mediatore Interculturale è inserito nel catalogo dei corsi riconosciuti dalla Regione Abruzzo con Determinazione dirigenziale n. DL25/250 del 27/10/2010 - codice corso CR 546.03 - ed è svolto da docenti con grande esperienza nel settore della Mediazione Interculturale.

Al termine del percorso formativo e successivamente al superamento dell'esame finale verrà rilasciato l'Attestato di qualifica di Mediatore Interculturale (D.G.R. n. 353 del 13.07.2009) valido a tutti gli effetti e in tutti i paesi dell'Unione Europea a norma della Legge 845/1978 e della L.R. n. 111/1995.

La qualifica di Mediatore Interculturale è riconosciuta dal Ministero del Lavoro con il codice 344300 (Professioni intermedie nei servizi sociali).

Requisiti di accesso

  • Età minima 18 anni;
  • diploma di scuola superiore;
  • buona conoscenza di una lingua a scelta tra: inglese, francese, spagnolo, altra lingua di un Paese extracomunitario;
  • per i cittadini stranieri: possesso del permesso di soggiorno o carta di soggiorno ed essere regolarmente soggiornanti in Abruzzo; buona conoscenza della lingua italiana (per chi non abbia tale conoscenza è possibile accedere al Corso dopo un percorso di apprendimento della lingua italiana.

Modalità di iscrizione

Aperte le iscrizioni alla 3a Edizione del Corso in partenza a Settembre 2018 o fino al raggiungimento di almeno 15 iscritti.

Il costo del corso è di 1.500,00 euro (OMNICOMPRENSIVO) - importo rateizzabile.

Il Centro Studi Sociali, una volta ricevuto il numero congruo di pre-iscrizioni, avrà cura di ricontattarvi per verificare la vostra disponibilità e comunicarvi la procedura per rendere effettiva l'adesione.

Centro Studi Sociali
Via Tagliamento snc PINETO (TE)

PREVISTO STAGE

Modalità di svolgimento dello stage

Lo stage, della durata complessiva di 180, si svolgerà in un'unica struttura convenzionata con il soggetto promotore. Le tipologie di strutture per lo svolgimento dello stage, a seconda del settore vocazionale di ciascun allievo, sono:

  • sportelli per immigrati attivi presso comuni/associazioni;
  • servizi di lavoro di strada attivati da associazioni e cooperative;
  • sportelli di inclusione sociale, aperti anche ad immigrati;
  • strutture di detenzione;
  • uffici attivi presso prefetture e questure;
  • strutture scolastiche con presenza di alunni immigrati.

Richiedi informazioni